Jamax: ph credits by Jamax
Interviste/Recensioni

Sognare un mondo ideale con un filo di nostalgia: intervista a Jamax

Fabio Giuliani, in arte Jamax, è un noto autore e cantautore nato musicalmente nel 1996. Solo un anno dopo tale data vince Arezzo Wave con il suo gruppo “Parole del Profeta”, il primo gruppo hip hop a vincere il festival.

Pubblicità

Negli anni collabora con molti artisti quali, Tormento (Sottotono), Bassi Maestro, Riccardo Onori e molti altri per poi prendersi una pausa di 10 anni dal 2005 al 2015.

Nel 2016 ritrova il suo primo produttore Diego Calvetti e creano il gruppo the JEK con il quale firmano la collaborazione nel 2018 con Cristiano Malgioglio nel brano “Notte perfetta” nel quale scrive ed interpreta il rap della canzone.

Firma varie colonne sonore, “Non ci resta che ridere” di Alessandro Paci, “uno strano weekend al mare” di Alessandro Ingrà e “Dio è in pausa pranzo” di Michele Coppini.

Dal 29 aprile è disponibile su tutte le piattaforme il primo singolo da solista di Jamax: “Con i piedi per terra inciampo”. E’ un brano che parla della voglia di stare al mondo, mettendo in evidenza quanto l’artista non riesca a stare con i piedi per terra e quanta voglia abbia di vivere e di sognare il proprio mondo ideale, con un filo di nostalgia.

Potete seguire Jamax su tutti i principali canali social:

Instagram

Facebook

Youtube

Spotify

Come hai incontrato la passione per la musica?

E’ successo quando avevo 14 anni: ascoltai il brano “potere alla parola” di Frankie Hi Nrg e da lì mi si aprì il mondo della musica hip hop. Successivamente comprai un microfono, un mixer e un giradischi ed inizia a scrivere sulle basi strumentali che si trovavano nel lato B dei singoli che uscivano in vinile dei rapper americani… da lì è nato l’amore.

Perché il nome d’arte “Jamax”?

E’ passato così tanto tempo che ormai quasi non me lo ricordo più. E’ un omaggio al mio cane (un boxer tigrato) che si chiamava Max, unito poi al nome della mia trasmissione in radio nel 1995 che si chiamava JammaStyle. Da lì JammaMax, poi abbreviato in JaMax.

Il tuo nuovo singolo in uscita il 29 aprile è “Con i piedi per terra inciampo”. Come nasce questo brano e di cosa parla?

Come tutti i miei brani nascono da fantasie, dalla voglia di raccontare qualche emozione che mi urla dentro e che vuole uscire. Mi hanno sempre rimproverato sin da piccolo che vivevo con la testa fra le nuvole, ma io ho sempre pensato che con i piedi per terra sarei inciampato troppo spesso.

Parlami ancora di te e fammi sapere come stai?” rappresenta la voglia di ascoltare, di conoscere, di scoprire chi sei e cosa sei diventato. Spero che la canzone tocchi il filo leggero delle vostre emozioni, per me è l’unica cosa importante!

Quali consideri essere i tuoi artisti d’ispirazione?

Io sono un gucciniano di natura, amo il cantautorato italiano degli anni 70. Ad oggi un artista che amo è Franco 126, mi garba da morire.

Parlaci del tuo processo creativo! Da cosa parti quando cominci a lavorare a una nuova canzone?

Non riesco mai ad avere uno schema preciso… sarebbe un po’ come avere i piedi per terra, no?! Parto da un’idea o da una frase, o altre volte da una base.

C’è un messaggio, un concetto preciso che lega i tuoi lavori e che vuoi trasmettere al tuo pubblico? Quale?

Penso che i messaggi delle canzoni non vadano mai svelati, perché ogni ascoltatore deve vivere la canzone come più ama farlo. Il disco comunque sarà un inno alla voglia di stare al mondo, nonostante tutto.

Raccontaci del tuo brano in collaborazione con Cristiano Malgioglio e prodotto da Diego Calvetti. Come è stato collaborare con loro e come è nata l’idea di questa canzone?

Tutto è iniziato dalla mia amicizia con Calvetti. Nel 1996 io con il mio gruppo Parole del Profeta siamo stati la prima produzione del Maestro Diego Calvetti. Poi Diego ebbe l’idea di inserirci nella canzone di Cristiano Malgioglio, la fece ascoltare allo showman e piacque moltissimo. Tutto ad un tratto ci trovammo catapultati alla Rai, Canale5 e Italia1, una cosa pazzesca! Con Cristiano è stata un’esperienza unica e straordinaria, lui è semplicemente una star!

Hai scritto anche per diverse colonne sonore. Come cambia l’approccio alla scrittura in questo caso? Cosa pensi che ti abbia lasciato questa esperienza?

Ho fatto 4 canzoni originali per i film, è fantastico e mi sono divertito da morire.
Ciò che cambia è che se nelle mie canzoni parlo sempre di me, quando mi trovo a scrivere per i film devo invece capire e raccontare le emozioni e i personaggi dei film, devo rispettare l’atmosfera della scena, i suoi colori peculiari e ciò che il regista vuole svelare in quel momento. E’ un po’ come la differenza che c’è fra l’uomo e l’attore!

Progetti futuri?

Nei prossimi mesi usciranno altri 2 singoli e il mio album, sono davvero tanto emozionato per tutto questo! Ti ringrazio davvero di cuore per questa intervista!

Potete seguire Jamax su tutti i principali canali social:

Instagram

Facebook

Youtube

Spotify

Nella sezione Interviste/Recensioni del mio Blog potete leggere le altre interviste! Cliccate qui!

Giulia Scialò

Se vuoi che DissonanzeLetterarie continui a esistere, puoi supportare il mio blog con una donazione libera.

Seguimi su

Instagram

Facebook

Twitter

Linkedin

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.